South Dakota: Il Regno di Cavallo Pazzo

cavallo pazzo

South Dakota: Il Regno di Cavallo Pazzo

Category : Storia

Il Regno di Cavallo Pazzo

Vi pullulavano i coyote: ancora oggi lo si chiama «Coyote State». La città principale è Sioux Falls. È diviso dal fiume Missouri in due regioni: l’ovest arido e selvaggio, l’est pianeggiante e coltivato a grano. Su meno di 200 mila kmq vivono 700 mila abitanti, quasi tutti all’interno di aziende agricole. È spesso spazzato da fortissimi venti, i blizzard, che provocano anche danni ingenti. L’economia si basa sull’agricoltura e sullo sfruttamento del sottosuolo, data la ricchezza di oro e argento. Il turismo gioca la sua parte grazie alla presenza di riserve indiane e attrazioni come il Monte Rushmore e il Crazy Horse Memorial, la montagna trasformata in monumento a Crazy Horse, Cavallo Pazzo, il valoroso e leggendario capo degli Oglala Lakota (Sioux) che si oppose alla invasione degli yankees. Tutto ruota intorno alle Black Hills, le colline nere, un insieme di montagne in cui i Sioux ambientavano leggende favolose.

 


cavallo pazzoResistenza Indiana

Allora si levò nella polvere un altro grido: “Arriva Cavallo Pazzo! Cavallo Pazzo arriva!” Da Ovest e da Nord si sentiva urlare “Hoka Hey!”, come il ruggito di un uragano, e le donne facevano il tremolo; e si udiva anche lo strillo dei fischietti di osso d’aquila. L’ultima grande vittoria del “Popolo Rosso” contro il 7° Cavalleria del Generale Custer, che durante le guerre indiane si era macchiato del massacro di donne, bambini e vecchi, sancì paradossalmente la sua sconfitta; da allora i Pellerossa non ebbero più tregua. Dopo 40 anni di lotta i Pellerossa vennero confinati nelle riserve; grandi capi come Cavallo Pazzo e Toro Seduto furono vigliaccamente uccisi. A Woundeed Knee, nella riserva Sioux di Pine Ridge, fu trucidata l’intera tribù di Big Foot (Grosso Piede) mentre eseguiva la Danza degli Spettri che avrebbe fatto tornare il bisonte e scacciato i bianchi dalle sue terre. Nel 1969 occuparono l’isola di Alkatraz proclamandola territorio indiano. Attualmente accusano il governo degli Stati Uniti di genocidio, sterilizzazione delle donne e impiego di bambini come cavie nella sperimentazione di nuovi farmaci. Oggi si sta cercando di dare un’immagine veritiera dei fatti accaduti; intanto gli indiani continuano a vivere nelle riserve.

 


Villaggio Indiano

Artigianato, usi e costumi della tradizione degli Indiani d’America, work shop e riproduzione di armi e oggetti di uso quotidiano. Gara di tiro con l’arco – Le Danze Pellerossa.

 

 

 I Nativi Oggi

Confronto con la situazione attuale dei Nativi Americani – I Lakota (Sioux) “La cultura delle armi, della caccia e dell’ambiente dei Nativi d’America”.

 

 

Gli Eroi della Resistenza

La fotografia ha immortalato i volti degli eroi della resistenza indiana dell’Ottocento. Nel loro sguardo non scorgiamo l’odio, ma piuttosto la tristezza e il rimpianto: di non poter più udire il suono degli zoccoli dei bisonti, che faceva tremare le praterie, di non poter più vedere il vento accarezzare l’erba nelle Grandi Praterie.

 


Leave a Reply

Seguici su facebook